libri-di-viaggio

30 libri di viaggio da leggere assolutamente

Libri di viaggio per veri viaggiatori: 30 titoli da non perdere

Quali sono le mie più grandi passioni? Sostanzialmente due: viaggiare e leggere. Sì, sono una sorta di ibrido tra un topo da biblioteca e una cittadina del mondo (ok, lo ammetto, forse avrei dovuto dire che l’articolo non è adatto ai deboli di cuore, quindi, siete autorizzati a cancellare immediatamente questa immagine terrificante e agghiacciante dalle vostre menti). Comunque sia, le due cose si compensano a vicenda e di entrambe le passioni non posso proprio farne a meno. Considerando che amo viaggiare in solitaria (spesso è anche un’esigenza), non vi è viaggio che faccia senza la compagnia di un buon libro. Ma ahimè, non viaggio così spesso come vorrei. Dunque, cosa fare per staccare dal tran tran della vita quotidiana e viaggiare con la mente? Ovviamente la risposta risiede in un libro!

Leggere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso.

– Fabrizio Caramagna

Oggi 23 aprile è la giornata mondiale del libro e mi è sembrata una bella idea fare una lista dei libri che un appassionato di viaggi e di lettura come me non può fare a meno di leggere. Quindi, andiamo subito al sodo e cominciamo a stilare la lista dei 30 libri di viaggio da leggere assolutamente.


1- L’arte di viaggiare, Alain De Botton

2- Festa mobile, Ernest Hemingway

3- Sabbie arabe, Wilfred Thesiger

libri-di-viaggio4- La mia Africa, Isak Dinisen

5- Un bel mattino d’estate, Laurie Lee

6- Avventura brasiliana, Peter Fleming

7- Delhi. Un anno tra i misteri dell’India, William Dalrymple

8- Mangia prega ama, Elizabeth Gilbert

9- Cronaca di una viaggiatrice solitaria. Nel cuore della Papua Nuova Guinea, Kira Salak

10- In Congo, Jeffrey Tayler

11- Gli innocenti all’estero. Viaggio in Italia dei nuovi pellegrini, Mark Twain

12 – Tre tazze di tè, Greg Mortenson

13- In Siberia, Colin Thubron

14 –  In viaggio da sola e con qualcuno, Martha Gellhorn

15- In un paese bruciato dal sole. L’Australia, Bill Bryson

16- Un indovino mi disse, Tiziano Terzani

17- Omaggio alla Catalogna, George Orwell

18- Strade blu, William Least Heat Moon

19- Nelle terre estreme, Jon Krakauer

20- In Vespa. Da Roma a Saigon, Giorgio Bettinelli

21 – Ritorno in Patagonia, Bruce Chatwin

22- Autostop con Buddha. Viaggio attraverso il Giappone, Will Ferguson

23- Orme. Una donna, quattro cammelli e un cane nel deserto australiano, Robyn Davidson

24- Viaggio in Portogallo , José Saramago

25- La musica del mare. La scelta di un direttore d’orchestra di mollare gli ormeggi, Roberto Soldatini

26- È Oriente, Paolo Rumiz

27- Diario di bordo dal mare di Cortez, John Steinbeck

28- La spada e la seta, Mark Salzman

29- Tempo di regali: A piedi fino a Costantinopoli: da Hoek Van Holland al Medio Danubio, Patrick L. Fermor

30- Si sentono le Muse, Truman Capote

Questi sono alcuni dei libri di viaggio che qualsiasi viaggiatore che si consideri tale dovrebbe avere nella sua libreria. Ma ce ne sarebbero tantissimi. Secondo voi quale manca? E quali di questi avete già letto?


Per viaggiare senza spendere cifre esorbitanti la soluzione giusta è Tripoow, l’app che ispira i tuoi viaggi. Inserendo solo il budget, senza fatica, l’app proporrà tantissime mete da sogno a prezzi davvero vantaggiosi.

Scarica Tripoow da Play Store, App StoreAmazone Store e BlackBerry World.

Whoops, you're not connected to MailChimp. You need to enter a valid MailChimp API key.

 


Turista-o-viaggiatore

Sei più turista o viaggiatore?

Qual è la differenza tra l’essere turista o viaggiatore?

Oggi siamo in vena di dubbi amletici, “essere o non essere”, “è nato prima il viaggiatore o il turista”? Sì, perché la differenza è abissale e non è semplice da spiegare. Zaino in spalla o set di valige super accessoriate? Hotel 5 stelle o ostello? Foto cliché davanti ai monumenti o fotografare la vita che ti circonda? Queste sono solo alcune delle differenze estreme tra le due categorie.

Un giornalista del National Geographic, Andrew Evans, alla conferenza TEDx di Vienna di qualche anno fa ha affermato:

Non volevo fare un tour, volevo fare un viaggio. C’è una differenza fondamentale tra il viaggiare e il turismo: il turismo è un’industria multi miliardaria che vende il viaggio come una merce: sogniamo una destinazione e paghiamo per averla, aspettandoci un certo tipo di esperienza, aspettandoci la certezza di quell’esperienza, e poi raggiungiamo la destinazione e ci godiamo l’esperienza. Ma il problema è che non si possono vendere esperienze di viaggio, non si può comprare la possibilità di vivere un paese fino in fondo [… ] Il viaggio, il vero viaggiare, è quando ti incammini su un sentiero aperto, accettando qualsiasi cosa che ti verrà incontro, che sia emozionante, esilarante, difficile o deprimente.

Un giornalista del National Geographic di certo è un viaggiatore, ma attenzione a non cadere nel tranello. Non si vuole demonizzare la figura del turista e cadere in stereotipi inutili. A mio avviso c’è del bello sia nell’essere turisti che viaggiatori. Per fare un esempio, per quanto troppo turistica e convenzionale, se ti trovi a Parigi puoi non andare a vedere la Tour Eiffel? Ti ho visto. Tu viaggiatore al 100% non storcere il naso, tanto lo so che anche tu ci sei andato.

Essere dei viaggiatori non è per tutti, come, in fondo, essere turisti. Per questo motivo, qualche anno fa Holidify, un tour operator specializzato in destinazioni indiane, ha realizzato una serie di illustrazioni che rispondono in modo semplice alla domanda del secolo: turista o viaggiatore?

In ogni illustrazione a sinistra troviamo i turisti e a destra i viaggiatori. In quale categoria ti riconosci?

 

Qual è il responso? Sei più turista o viaggiatore? 

Per entrambi i casi la soluzione giusta è Tripoow, l’app che ispira i tuoi viaggi. Inserendo solo il budget, senza fatica, l’app proporrà tantissime mete da sogno a prezzi davvero vantaggiosi.

Scarica Tripoow da Play Store, App StoreAmazone Store e BlackBerry World.

Whoops, you're not connected to MailChimp. You need to enter a valid MailChimp API key.


Budapest-street-art

Budapest Street Art: un tour alternativo della città

Un viaggio fuori dagli schemi per scoprire la Budapest Street Art!

Le città europee sono ricche di storia e tradizioni, ma accanto alle bellezze architettoniche d’altri tempi, ogni città ha qualcosa da scoprire. Budapest, ad esempio, si arricchisce giorno dopo giorno di colori e forme nuove grazie ai murales che man mano stanno “invadendo” la città. Molti sono gli artisti che scelgono di immortalare le proprie opere tra i muri e i palazzi di Budapest, tanto da poter creare un vero e proprio tour alternativo alla ricerca delle opere che ormai sono diventate un vero e proprio simbolo della capitale.

Negli ultimi anni, infatti, le autorità locali hanno dato la possibilità agli street artist di poter dipingere su differenti facciate di palazzi in giro per la città grazie al progetto Facade Rehab Project. Il risultato è davvero sorprendente!

Il settimo distretto sembra essere il luogo prediletto dagli artisti che danno un tocco di colore alle facciate degli antichi palazzi sovietici dismessi, dei bar e caffetterie ristrutturati in chiave moderna e dei negozietti vintage.

Playground

L’opera realizzata dal collettivo NeoPaint volta a migliorare la zona Kiraly Utca è uno degli esempi più lampanti della rivoluzione culturale della città. Un luogo vecchio e fatiscente trasformato in un’aerea adibita ai bambini, fresca e colorata.

Budapest-street-art-playground

Chill or Rage

Lungo Akácfa Utca si trova l’opera dell’artista polacco Lukas Berge che ha utilizzato le tonalità dei colori degli edifici circostanti per il suo capolavoro.

Budapest-Street-Art-viaggi-tour-alternativo

Buda e Pest

Su Kazinczy Utca, troverete il murale Buda e Pest, un omaggio alle due antiche città indipendenti separate dal Danubio.

Buda-Pest-Budapest-Street-Art-Mural

Swallows

L’artista BreakOne propone tre volatili colorati ricoprendo ben 80 metri!

Budapest-Street-Art

Queste sono solo alcune delle opere più famose della città ungherese. Ma Budapest è piena di murales da scoprire. Ecco una piccola galleria fotografica della Budapest Street Art:

Vi è venuta voglia di partire, ma pensate che con un budget limitato non riuscireste a trovare un’offerta imperdibile?

Ecco la soluzione!

Tripoow è l’app che vi permette di trovare la vacanza ideale, rigorosamente low cost, senza fatica. Scaricate Tripoow da Play Store, App StoreAmazone Store e BlackBerry World.

Whoops, you're not connected to MailChimp. You need to enter a valid MailChimp API key.